Misurata al CERN una proprietà fondamentale dell’elemento più raro.

Un team internazionale di fisici presso il laboratorio ISOLDE del CERN ha per la prima volta misurato il potenziale di ionizzazione dell’astato, un raro elemento radioattivo. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Communications, potrebbe aiutare i chimici a sviluppare applicazioni dell’elemento in radioterapia, e servirà come punto di riferimento per le teorie che predicono la struttura di elementi super-pesanti.  Il potenziale di ionizzazione di un elemento è l’energia necessaria per rimuovere un elettrone dall’atomo, trasformandosi quindi in uno ione. Questa misura è legata alla reattività chimica di un elemento e, indirettamente, alla stabilità dei suoi legami chimici nei composti. Per l’astato il potenziale di ionizzazione è risultato essere di 9.31751 elettronvolt.

L'astato è l'elemento più raro in natura. E' radioattivo e decade molto velocemente.

L’astato è l’elemento più raro in natura. E’ radioattivo e decade molto velocemente.

L’Astato esiste in natura solo in tracce ma fisici dell’esperimento ISOLDE possono ottenere isotopi artificiali dell’astato bombardando bersagli di uranio con fasci di protoni, e utilizzare lasers sintonizzabili  per studiare la loro struttura atomica.

La misura colma una lacuna di vecchia data nella tavola periodica, l’astato è infatti l’ultimo elemento presente in natura per il quale questa struttura fondamentale è rimasta sconosciuta. L’elemento è di particolare interesse perché isotopi dell’astato sono candidati per la produzione di radiofarmaci per il trattamento del cancro mediante terapia mirata alfa. Per saperne di più:  Physicists at CERN measure a fundamental property of the rarest element on Earth

Ma sopratutto venite al Planetario, vi aggiorneremo su tutte le novità dal mondo della Scienza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>