Stelle cadenti in arrivo !

Ogni anno, nella seconda metà di ottobre, la Terra passa attraverso la scia di detriti polverosi rilasciati dalla cometa di Halley. La dimensione media di queste particelle è quella di un granello di sabbia, ma poiché penetrano nell’atmosfera terrestre con velocità di decine di km al secondo, bruciano dando luogo al fenomeno delle stelle cadenti. Queste di ottobre appartengono allo sciame delle Orionidi, così chiamato perché appaiono provenire dalla costellazione di Orione, da un punto nord della sua stella più luminosa, la gigante rossa Betelgeuse.

Il nucleo della cometa di Halley, fotografato nel 1986 dalla sonda Giotto dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea.

La frequenza delle Orionidi non è molto alta, mediamente è possibile contarne 25 all’ora, poco meno di una ogni due minuti. Il massimo dovrebbe presentarsi nelle notti tra il 21 e il 23 prossimi a notte fonda. Anche se la frequenza è bassa, lo spettacolo non mancherà di suggestione perché sarà incorniciato da uno splendido e brillante sfondo di costellazioni: Orione, il Toro, l’Auriga, i Gemelli e Sirio, la stella più luminosa del nostro cielo. Uno spettacolo che merita di essere visto.

Per saperne di più: Leonids 2012: prediction of activity

Ma sopratutto venite al Planetario, vi aggiorneremo su tutte le novità dal mondo della scienza.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>