Scoperti tre nuovi esopianeti nella “zona abitabile” di altre stelle

La missione Kepler della NASA ha scoperto due nuovi sistemi planetari che includono tre super-Terre nella “zona abitabile”, la gamma di distanze da una stella dove la temperatura superficiale di un pianeta orbitante consente di disporre di acqua liquida. Il sistema Kepler-62 ha cinque pianeti, 62b, 62c, 62d, 62e e 62f. Il sistema Kepler-69 è dotato di due pianeti, 69b e 69c. Kepler-62e, 62f e 69c  sono i pianeti super-Terra. Due dei pianeti appena scoperti orbitano una stella più piccola e più fredda del Sole. Kepler-62f è solo il 40 per cento più grande della Terra, il che rende il pianeta il più vicino alla dimensione del nostro pianeta tra quelli conosciuti nella zona abitabile di un’altra stella. Kepler-62f è potrebbe avere una composizione rocciosa. Kepler-62e, orbita sul bordo interno della zona abitabile ed è circa il 60 per cento più grande della Terra.

Il sistema Kepler 62 e il confronto col nostro. In verde le zone abitabili. Crediti: NASA/Ames/JPL-Caltech

Il sistema Kepler 62 e il confronto col nostro. In verde le zone abitabili. Crediti: NASA/Ames/JPL-Caltech

Il terzo pianeta, Kepler-69c, è del 70 per cento più grande delle dimensioni della Terra, e orbita nella zona abitabile di una stella simile al nostro Sole. Gli astronomi sono incerti circa la composizione di Kepler-69c, ma la sua orbita di 242 giorni intorno una stella simile al Sole somiglia a quella del nostro vicino pianeta Venere.

Il sistema Kepler 69, il pianeta si trova nel bordo interno della zona abitabile. Crediti: NASA/Ames/JPL-Caltech.

Il sistema Kepler 69, il pianeta 69c si trova nel bordo interno della zona abitabile. Crediti: NASA/Ames/JPL-Caltech.

Gli scienziati non sanno se la vita possa esistere su questi nuovi pianeti, ma la loro scoperta rappresenta un altro passo avanti verso la ricerca di un mondo simile alla Terra in un altro sistema solare. La stella Kepler-69 appartiene alla stessa classe  del nostro Sole. E ‘il 93 per cento delle dimensioni del Sole e più luminosa dell’80 per cento. si trova a circa 2.700 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Cigno. Per saperne di più: Kepler’s Smallest Habitable Zone Planets

Ma sopratutto venite al Planetario, vi aggiorneremo su tutte le novità sui pianeti extrasolari!