Scoperto un pianeta in una stella simile al Sole

Si susseguono le scoperte di nuovi pianeti extrasolari. Questa volta è stato il cacciatore di pianeti HARPS, dell’ESO, in Cile e ha per protagonisti anche scienziati italiani. “Nell’ammasso stellare Messier 67 le stelle hanno più o meno la stessa età e composizione del Sole. Ciò lo rende un laboratorio perfetto per studiare quanti pianeti si formano in questo ambiente affollato e se si formano preferenzialmente intorno a stelle più o meno massicce.” Ha commentato Anna Brucalassi del Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics e prima autrice del lavoro. Dunque il nuovo pianeta è stato scoperto nell’ammasso aperto M67, visibile anche con piccoli strumenti nella costellazione del Cancro e distante 2500 anni luce dalla Terra.

Una rappresentazione artistica del pianeta gigante gassoso scoperto nella gemella del Sole nell'ammasso M67. Crediti: ESO/L. Calçada

Una rappresentazione artistica del pianeta gigante gassoso scoperto nella gemella del Sole nell’ammasso M67. Crediti: ESO/L. Calçada

In questo ammasso sono stati scoperti tre pianeti, di cui uno in una stella in tutto e per tutto simile al Sole e questa è la vera novità. Si tratta di un gigante gassoso caldo che impiega 122 giorni per completare la sua orbita. Gli altri due sono più piccoli (un terzo della massa di Giove) e sono ancora più caldi, con periodi orbitali di sette e cinque giorni. Per saperne di più: Il primo pianeta trovato intorno a un gemello del Sole in un ammasso stellare.

Ma sopratutto venite al Planetario, vi aggiorneremo su tutte le novità sui nuovi pianeti extrasolari.