Un baby sistema solare

È proprio un neonato, ha soltanto 300.000 anni di età e si trova alla distanza di 450 anni luce da noi, in una zona di formazione stellare nella costellazione del Toro. Avvolta in una culla costituita da una nube di polvere e gas, la stella neonata mostra un grande potenziale. Vanta una posizione tranquilla risucchiando materia dalla nube, che contiene abbastanza nutrimento cosmico da far crescere la baby stella fino alla dimensione e luminosità del nostro sole. Inoltre la stella è circondata da materia sufficiente per costruire almeno sette pianeti.
Soprannominata L1527, la stella è ancora nelle prime fasi di sviluppo e offre un’ottima occasione per osservare come era il nostro sistema solare nelle sue prime fasi di formazione. La giovane stella ha attualmente un quinto della massa del sole, ma sta crescendo e le osservazioni ci dicono che da adulta eguaglierà la nostra stella madre.

Immagine artistica raffigurante una stella in formazione immersa nella sua nebulosa. Crediti: NASA/JPL-Caltech/R. Hurt (SSC)

Il disco di materia rotante attorno alla stella contiene circa lo 0,5 per cento della massa del sole. Potrebbe  non sembrare molto, ma è una massa sufficiente a dare vita ad almeno sette pianeti delle dimensioni di Giove. Precedenti osservazioni di L1527 avevano mostrato che la stella era circondata da un disco e le nuove osservazioni hanno dimostrato che la materia ruota con velocità elevata vicino alla stella e con velocità decrescente via via che ci si allontana dalla stella, coerentemente con le condizioni che danno vita alla formazione di pianeti. Le osservazioni sono state condotte sia con il  Gemini Observatory, sia  utilizzando il Submillimeter Array (SMA), un sistema di otto radiointerferometri sul Mauna Kea, alle Hawaii, e il Combined Array for Millimeter-wave Astronomy (CARMA), un sistema di 23 radiointerferometri collocato sulle Inyo Mountains, in California.

Per saperne di più: A baby solar system with big ambitions

Ma sopratutto venite al Planetario, vi aggiorneremo su tutte le novità dallo spazio profondo.